Cerca
Tirrenia in Amministrazione Straordinaria >Premessa



Comunicazione agli ex
Dipendenti









DM 14 marzo 2014 -
integrazione collegio
commissariale della Tirrenia e Siremar in A.S







Vendita dell’immobile
Palazzo Caravita di Sirignano

Potential disposal of the real
estate property known as
Palazzo Caravita di Sirignano




La sede amministrativa

della procedura si è trasferita in:

Via Cristoforo Colombo 112 scala E
piano 8 - 00154 Roma.

Rimangono invariati i numeri telefonici

e le e-mail escluso il numero

telefonico dell’assistenza ai creditori

variato in 06 87720220.



Con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 5 agosto 2010, Tirrenia di Navigazione S.p.A. è stata ammessa alla procedura di amministrazione straordinaria ai sensi dell’art. 2 del decreto legge 23 dicembre 2003, n. 347, convertito in legge 18 febbraio 2004, n. 39 e s.m.i. ed è stato nominato Commissario Straordinario il dott. Giancarlo D’Andrea. In data 12 agosto 2010, il Tribunale di Roma – Sezione Fallimentare ha reso la sentenza n. 332/2010, con la quale è stato accertato e dichiarato lo stato di insolvenza di Tirrenia ai sensi dell’art. 4 del D.L. 347/2003.
Con decreto del Ministro dello Sviluppo Economico in data 17 settembre 2010, la società Siremar – Sicilia Regionale Marittima S.p.A., interamente partecipata da Tirrenia, è stata anch’essa ammessa alla procedura di amministrazione straordinaria ai sensi dell’art. 3, comma 3, del D.L. 347/2003 e, contestualmente, è stato nominato quale Commissario Straordinario il dott. Giancarlo D’Andrea. Il Tribunale di Roma – Sezione Fallimentare, con sentenza n. 381 del 5 ottobre 2010, ha accertato e dichiarato lo stato di insolvenza di Siremar a norma dell’art. 4 del D.L. 347/2003.
In data 5 novembre 2010, il Commissario Straordinario ha presentato al Ministero dello Sviluppo Economico un documento programmatico recante le “Linee strategiche della cessione nella procedura di amministrazione straordinaria delle società Tirrenia e Siremar”.
In data 18 gennaio 2011, il Commissario Straordinario ha sottoposto al Ministero dello Sviluppo Economico il programma di cessione nella procedura di amministrazione straordinaria relativa alle società Tirrenia e Siremar, redatto secondo l’indirizzo di cui all’art. 27, comma 2, lettera b-bis) del D. Lgs. 8 luglio 1999, n. 270 ed in conformità a quanto previsto dagli artt. 54 e seguenti del medesimo decreto e dalle applicabili disposizioni del D.L. 347/2003.
Con proprio provvedimento in data 25 gennaio 2011, il giudice delegato ha autorizzato il Commissario Straordinario ad avvalersi, ai fini della presentazione della relazione contenente la descrizione delle cause di insolvenza prevista dall’art. 28 del D. Lgs. 270/1999, della proroga di ulteriori novanta giorni del termine di cui all’art. 4, terzo comma, del D.L. 347/2003, in conformità a quanto previsto dal comma 3 della medesima disposizione.
Con proprio decreto in data 26 gennaio 2011, il Ministro dello Sviluppo Economico, visto il parere favorevole espresso dal Comitato di Sorveglianza, ha approvato il Programma predisposto dal Commissario Straordinario. A seguito dell’approvazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico, il Commissario Straordinario ha provveduto alla trasmissione del Programma al giudice delegato a norma dell’art. 59 del D. Lgs. 270/1999.
Nel mese di aprile 2011, il Commissario Straordinario ha sottoposto al Ministero dello Sviluppo Economico la prima relazione trimestrale ex art. 61, secondo comma, D.Lgs. 270/1999. In detta relazione, sono stati forniti, inter alia, i prospetti di rendiconto finanziario, conto economico e stato patrimoniale inerenti al periodo a partire dalla data di apertura della procedura di amministrazione straordinaria di ciascuna delle due società e sino al 31 dicembre 2010, a completamento dei dati e delle informazioni contenute nel Programma e relativi al periodo intercorrente tra il 1 gennaio 2010 e la data di ammissione alla predetta procedura.
In data 9 maggio 2011, il Commissario Straordinario ha presentato al Giudice Delegato - mediante deposito presso la competente Cancelleria del Tribunale Fallimentare di Roma – della relazione contenente la descrizione delle cause di insolvenza di Tirrenia e Siremar, nonché dello stato analitico ed estimativo delle attività e dell’elenco nominativo dei creditori delle due società in conformità a quanto previsto dall’art. 28 del D. Lgs. 270/1999 e dall’art. 4, commi 2 e 3 del D.L. 347/2003.
Nel mese di luglio 2011, il Commissario Straordinario ha sottoposto al Ministero dello Sviluppo Economico la seconda relazione trimestrale ex art. 61, secondo comma, D.Lgs. 270/1999. In detta relazione, sono stati forniti, inter alia, i dati relativi all’evoluzione della gestione a partire dal mese di aprile 2011.
Nel mese di ottobre 2011, il Commissario Straordinario ha presentato al Ministero dello Sviluppo Economico la terza relazione trimestrale ex art. 61, secondo comma, D.Lgs. 270/1999. Con detta relazione, in particolare, si è inteso illustrare l’andamento delle Società in Amministrazione Straordinaria e lo stato di esecuzione del Programma, nonché dare conto delle circostanze intervenute successivamente alla presentazione della Seconda Relazione Trimestrale e sino al mese di ottobre 2011.
In data 7 novembre 2011, il Commissario Straordinario ha formulato istanza al Ministero dello Sviluppo Economico volta ad ottenere la proroga di 12 mesi del termine di esecuzione del Programma ex art. 4, comma 4-ter, D.L. 347/2003.
Con decreto del Ministro dello Sviluppo Economico in data 2 gennaio 2012, è stata disposta – in accoglimento della predetta istanza ed in conformità al parere favorevole espresso dal Comitato di Sorveglianza – la proroga di 12 mesi del termine di esecuzione del Programma.
Nel mese di gennaio 2012, il Commissario Straordinario ha sottoposto al Ministero dello Sviluppo Economico la quarta relazione trimestrale ex art. 61, secondo comma del D.Lgs. 270/1999. In tale relazione, sono stati forniti, tra l’altro, i prospetti di rendiconto finanziario, conto economico e stato patrimoniale delle Società in Amministrazione Straordinaria al 30 settembre 2011.
Nel mese di aprile 2012, il Commissario Straordinario ha sottoposto al Ministero dello Sviluppo Economico la quinta relazione trimestrale ex art. 61, secondo comma del D.Lgs. 270/1999. In tale relazione, sono stati forniti, tra l’altro, i prospetti di rendiconto finanziario, conto economico e stato patrimoniale delle Società in Amministrazione Straordinaria al 31 dicembre 2011.